Seleziona una pagina

L’urologo è un medico specializzato in Urologia, la branca della Medicina che studia il sistema urinario sia negli uomini sia nelle donne attraverso consulenze urologiche.

L’urologo tratta anche l’apparato riproduttivo maschile: quando è specializzato in tale ambito prende il nome di andrologo, l’equivalente maschile del ginecologo. Questo specialista, quindi, ha il ruolo di diagnosticare e possibilmente curare, sia farmacologicamente sia chirurgicamente tutte le anomalie, le disfunzioni e le malattie che colpiscono:

  • Reni: organi con forma di fagiolo che mantengono l’equilibrio salino dell’organismo e filtrano le sostanze di scarto presenti nel sangue, espellendo le sostanze in eccesso tramite l’urina;
  • Ureteri: i due tubicini che si dipartono dai reni e convogliano l’urina verso la vescica;
  • Vescica: un organo cavo a forma di sacchetto, che raccoglie l’urina e la espelle periodicamente;
  • Uretra: il sottile tubicino attraverso il quale l’urina viene espulsa fuori dal corpo. Negli uomini attraversa il pene ed è molto più lunga rispetto a quella femminile;
  • Ghiandole surrenali: poste superiormente a ciascun rene, sono deputate a produrre diversi tipi di ormoni, tra cui cortisolo, adrenalina, ormoni sessuali maschili e femminili.

Per quanto riguarda, invece, il sistema riproduttivo maschile, gli organi coinvolti sono principalmente:

  • Pene: l’organo esterno all’apparato urogenitale maschile che convoglia l’urina all’esterno dell’organismo dell’uomo e consente l’atto riproduttivo;
  • Prostata: ghiandola posta sotto la vescica che produce il liquido seminale, un fluido che contiene gli spermatozoi migliorandone la motilità e la sopravvivenza durante il concepimento;
  • Testicoli: due organi ovali posti all’interno dello scroto che hanno il compito di secernere alcuni ormoni e gli spermatozoi.

Le consulenze urologiche

La visita urologia ha lo scopo di indagare eventuali disturbi e malattie a carico dell’apparato urinario di uomini e donne o degli organi riproduttivi maschili. Non comporta dolore, non è invasiva ed è rapida, con una durata di circa 20 minuti. Poiché non presenta effetti collaterali, consente di riprendere tutte le normali attività quotidiane non appena conclusa, dunque non occorre necessariamente essere accompagnati. Non richiede nessuna preparazione, è sufficiente portare con sé le precedenti cartelle, in particolare test del sangue e delle urine, da presentare al momento della visita.

Questi sono alcuni accorgimenti da seguire; per una consulenza urologia potete rivolgervi al Dott. Raimoldi, cliccando qui!

Cookie Policy -  Privacy Policy