Seleziona una pagina

La Fimosi è un restringimento dell’orifizio prepuziale che rende impossibile o molto difficoltosa la retrazione del prepuzio sul glande. 

Non è preciso parlare di vera e propria malattia, poiché la fimosi indica piuttosto una peculiarità della morfologia anatomica genitale maschile, tale da originare possibili complicazioni o malattie.

La fimosi può essere “serrata” quando la retrazione della cute prepuziale è del tutto impossibile o subcritica/parziale.

Le cause della Fimosi

La fimosi è congenita o acquisita:

  • È congenita quando si manifesta sin dalla nascita o nei primi anni di vita- E solitamente dovuta ad una sovrabbondanza della cute prepuziale. È necessario tenere in considerazione che nei bambini piccoli può essere normale non poter retrarre facilmente il prepuzio; se non vi sono disturbi minzionali è opportuno attendere 2/3 anni prima di prendere provvedimenti chirurgici come la circoncisione.
  • È acquisita quando si manifesta in età adulta, generalmente in seguito a infezioni come la candida o batteriche del prepuzio o del glande. Oppure in seguito a lichen sclero-atrofico: malattia dermatologica di tipo infiammatorio non contagiosa.

I sintomi

I sintomi della Fimosi possono essere più o meno evidenti, e tra questi si distinguono:

  • La cute prepuziale può presentarsi arrossata con modesto bruciore o prurito;
  • Possono essere presenti ragadi, piccoli tagli, da traumatismo cronico, anche alcuni sanguinamenti;
  • Nel lichen sclero/atrofico il prepuzio è pallido e poco o per nulla elastico, le ragadi sono abbastanza comuni;
  • Difficoltà durante i rapporti sessuali;
  • Difficolta nella minzione nei casi più conclamati

La diagnosi della Fimosi

La visita medica è sufficiente per porre diagnosi senza ulteriori accertamenti. È consigliato sempre un primo controllo dal pediatra/medico di famiglia che eventualmente indirizzeranno ad uno specialista.
É possibile incorrere in rischi maggiori con la Parafimosi. Se viene provocata una retrazione forzata dalla cute prepuziale si può verificare la formazione di un cercine stenotico con dolore e tumefazione che rende indispensabile una correzione chirurgica.

Per una diagnosi approfondita sulla Fimosi vi consigliamo di rivolgervi sempre ad un professionista specializzato come il Dott. Annibale Raimoldi, cliccando qui!

Cookie Policy -  Privacy Policy