Seleziona una pagina

Le infezioni sessualmente trasmissibili (IST) comprendono un vasto numero di malattie infettive che si trasmettono principalmente per contagio diretto in occasione di attività sessuali, inclusi i rapporti orali e anali.

Le infezioni sessualmente trasmissibili sono in genere causate da batteri, virus e protozoi che vengono trasmessi da un individuo all’altro mediante il passaggio, mediante le mucose, di liquidi biologici infetti. L’attività sessuale gioca un ruolo fondamentale nella diffusione di queste infezioni, ma è possibile infettarsi anche senza contatto sessuale. Accede, ad esempio, nel caso di trasmissione da madre a figlio durante la gravidanza o attraverso trasfusioni di sangue infetto.

Quali sono le cause delle malattie sessualmente trasmissibili?

Le infezioni sessualmente trasmesse possono essere causate da:

  • Batteri: come la gonorrea, la sifilide o la clamidia;
  • Virus: ad esempio il Papillomavirus, herpes genitale, HIV, epatite A, B e C;
  • Protozoi: come la tricomoniasi;
  • Funghi: la Candida;

Quali sono i sintomi delle infezioni sessualmente trasmissibili?

Le infezioni sessualmente trasmissibili possono rimanere silenti per lungo tempo. Segnali e sintomi possono comparire, a seconda del tipo di infezione, da alcuni giorni fino ad alcuni anni dopo l’esposizione. Alcune delle infezioni sono banali e risolvibili in pochi giorni, come ad esempio la Candida, senza lasciare conseguenze. Altre volte, come nel caso dell’HIV o della sifilide, la progressione dell’infezione può portare a complicanze anche abbastanza serie.

Particolare attenzione si deve prestare a determinati segnali:

  • Piaghe sui genitali, nella zona rettale o in quella orale;
  • Bruciore o dolore alla minzione;
  • Secrezioni dal pene;
  • Perdite vaginali;
  • Ingrossamento dei linfonodi, soprattutto nell’area inguinale;
  • Dolori pelvici, accompagnati in alcuni casi da febbre e diarrea;

Come prevenire le infezioni sessualmente trasmissibili?

La prevenzione è un requisito fondamentale per evitare l’insorgere di infezioni trasmissibili sessualmente. Ci sono differenti modi per evitare il rischio di contrarre queste malattie:

  • Astensione dall’attività sessuale “a rischio” evitando rapporti sessuali occasionali e utilizzando in modo corretto il preservativo;
  • Vaccinazioni per prevenire l’infezione da Papillomavirus, da epatite A e B;
  • Evitare la condivisione di oggetti personali come rasoi, forbici, aghi, spazzolino da denti che possono penetrare la cute o le mucose;

La diagnosi

Sono differenti i test che possono essere utilizzati per diagnosticare un’infezione sessualmente trasmessa:

  • Esame specialistico;
  • Esami del sangue;
  • Analisi delle urine;
  • Esami di campioni di fluidi biologici;

Per una diagnosi approfondita vi consigliamo sempre di rivolgervi ad un professionista specializzato come il Dott. Annibale Raimoldi, cliccando qui!

Cookie Policy -  Privacy Policy