Seleziona una pagina

L’incontinenza urinaria maschile è un disturbo che non consente di trattenere e rilasciare l’urina volontariamente e che ha quindi come conseguenza la perdita di liquido accidentale.

La natura dell’incontinenza urinaria non è da attribuire ad una malattia in sé, ma è sicuramente un sintomo che nasce da:

  • Una condizione dell’organismo;
  • Una patologia a monte.

Questo disturbo, colpisce circa tra l’11% e il 34% dei soggetti anziani. Frequente anche nelle donne, l’incontinenza urinaria maschile, si manifesta con l’avanzare dell’età in quanto le problematiche derivanti dalla prostata tendono ad aumentare.

Le cause dell’incontinenza urinaria maschile

L’incontinenza urinaria maschile si manifesta nel memento in cui:

  • Non avviene una chiusura sufficiente degli sfinteri;
  • Una non corretta gestione degli impulsi da parte del cervello;

A causa di queste possibili problematiche, il muscolo della vescica potrebbe contrarsi troppo o troppo poco e creare problematiche per i nervi che ne controllano l’azione. Ma anche danni agli sfinteri muscolari o dei nervi che dovrebbero controllarli possono causare una scarsa funzionalità dello stesso.

Esistono però anche altri fattori che influiscono sullo sviluppo di incontinenza, come ad esempio:

  • Difetti congeniti nello sviluppo del tratto urinario;
  • Cancro alla prostata presente o passato, in quanto il trattamento chirurgico o la radioterapia possono causare incontinenza;

Le possibili cure e i rimedi

Prima di parlarvi delle cure e i rimedi che vengono attuati per far fronte all’incontinenza urinaria è bene chiarire che esistono differenti classificazioni della stessa:

  • Incontinenza da urgenza;
  • Incontinenza da sforzo;
  • Incontinenza funzionale;
  • Incontinenza da traboccamento;
  • Incontinenza transitoria.

I possibili trattamenti si differenziano quindi in base alla natura dell’incontinenza.

Per l’incontinenza da urgenza e da sforzo, consigliamo di modificare i comportamenti dello stile di vita, effettuare un addestramento della vescica o degli esercizi del pavimento pelvico.

Un soggetto che invece presenta un’incontinenza funzionale può utilizzare assorbenti protettivi per ridurre l’ansia. Per l’incontinenza da trabocco invece, si agisce chirurgicamente, eliminando l’ostruzione del tratto urinario. L’incontinenza transitoria invece viene curata a seconda della causa.

Se desiderate avere maggiori informazioni o se desiderate prenotare una visita specialistica, non esitate a contattarci cliccando qui!

Cookie Policy -  Privacy Policy